Pubblicit

Domenica 23 Giugno 2024    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
2024-06-22 RICHIESTA SEDE DISTACCATA DIA E D.D.A. A VERONA: INCONTRO PROFICUO OGGI A ROMA TRA IL SINDACO TOMMASI E IL MINISTRO PIANTEDOSI 2024-06-22 ALL’ASSISTENTE SOCIALE TEZAZ LETIZIA SALA LA 6^ EDIZIONE DELLA BORSA DI STUDIO PERAZZOLI 2024-06-22 I PELLIGRINI DI ‘NOI CORRIAMO DA DIO’ DONANO 2 MILA EURO AL CENTRO ACCOGLIENZA MINORI - C.A.M. 2024-06-22 Inizia l’era Benamati: il giuramento e le deleghe della nuova Giunta 2024-06-22 Ultimi giorni per Toulouse-Lautrec al Roverella 2024-06-22 LUCIA VERONESI. LA DESINENZA ESTINTA | CA' PESARO 2024-06-22 Quarta e ultima data Calici di Jazz, arriva il travolgente GeGè Telesforo (27 giugno ore 19:30, Villa Quaranta) 2024-06-22 Premio Compasso d’Oro: la Fondazione Fedrigoni Fabriano riceve la Menzione d’onore all’ADI Design Museum di Milano 2024-06-22 Nella romantica Monteforte d’Alpone, Verona, il XII Premio “Grappolo d’Oro Clivus” a Vittorio Sgarbi. Menzione d’onore a giornalisti, a manager e ad imprenditori. Il culturale evento, a cura di Cantina di Monteforte e dell’Associazione Sportiva Dilettanti 2024-06-22 Affollata Assemblea di Coldiretti Veneto, il 19 giugno, a Treviso. 2024-06-22 Fondazione Cariverona e Bando ‘Welfare generativo’: lotta alle nuove povertà. Azioni, che soddisfino, con efficacia, i bisogni locali. 2024-06-22 “Brepona” e “Quaiara” tornano a casa, grazie a G.R. A.S.P.O. e a Coldiretti Verona. I due antichi vitigni veronesi, iscritti nel registro del Ministero, attendono l’autorizzazione regionale per la coltivazione. 2024-06-22 Verona, via Città di Nîmes e il nuovo “sottopasso”, che riaprirà, il 24 giugno, alle ore 9,30, ma, gradualmente, in fasi… 2024-06-21 MUVE Mestre Artefici del nostro tempo 2024 Mestre (Ve), Forte Marghera, Padiglione 29 21 giugno - 31 dicembre 2024 2024-06-21 LUNEDI’ INAUGURA IL NUOVO SOTTOPASSO IN VIA CITTA’ DI NIMES. MOMENTO STORICO PER VERONA, E’ LA PRIMA OPERA PUBBLICA DAL 1990
ADIGE TV: Home Ricerca  
sul sito su


Itinerari

Centro antico  
  
Il Duomo, in stile romanico, è stato costruito nel XII secolo nelle vicinanze dell’Adige, nella zona che i Romani avevano destinato alle terme. Pur rimaneggiato in epoche successive, rappresenta un monumento ricco di storia e d’opere d’arte. Il complesso comprende la chiesa di S. Elena e quella di San Giovanni in Fonte, nonché la Piazza del Vescovado. In Piazza Duomo ha sede l’importante Biblioteca Capitolare. Poco lontano dal Duomo si trova la chiesa di Sant' Anastasia (XIII-XV sec.), costruita in stile gotico e adorna di molte opere d'arte. Proseguendo per il Corso S. Anastasia, si raggiunge la vivace Piazza delle Erbe, situata al centro dell'antico foro romano e dominata dall’alta Torre dei Lamberti. La piazza è circondata da stupendi palazzi di varie epoche, alcuni dei quali adornati con affreschi ancora visibili. L'adiacente Piazza dei Signori reca l’impronta della signoria scaligera e della dominazione veneziana. Al centro della piazza, la statua di Dante Alighieri ricorda il lungo soggiorno trascorso dal divino poeta alla corte di Cangrande. Circondano la piazza il Palazzo del Comune (o della Ragione), il palazzo del Capitano, la stupenda Loggia del Consiglio, realizzata nel ‘400, e il Palazzo del Governo. Nelle immediate vicinanze si trovano la chiesa romanica di S. Maria Antica, sul cui portale è inserita la tomba di Cangrande I della Scala, e il monumentale complesso delle Arche Scaligere, con le tombe di Mastino II e di Cansignorio. 

Centro moderno  
  
Da Piazza delle Erbe, per la centrale ed elegante Via Mazzini si raggiunge l’ampia e suggestiva Piazza Bra’, dominata dalla possente mole dell’Arena (I sec. d.C.). Vi prospettano numerosi palazzi, soprattutto d‘epoca veneziana, il Palazzo della Gran Guardia e Palazzo Barbieri, ora sede del Comune. Proseguendo per Via Roma, si arriva a Castelvecchio. L’imponente costruzione fu realizzata in riva all’Adige all’epoca di Cangrande II; ora è sede del Civico Museo d’Arte. Alla fine di Corso Cavour, vi sono la chiesa di San Lorenzo e la romana Porta Borsari (I sec. d.C.). Oltrepassata la porta, si può percorrere il corso omonimo, che si snoda verso Piazza delle Erbe. A metà del corso, si può ammirare la bellissima chiesetta romanica di San Giovanni in Foro. 

Giulietta e destra d'Adige  
  
Quest’itinerario tocca i luoghi in cui si sono svolte le vicende di Giulietta e Romeo, personaggi dell’omonima tragedia scespiriana. Entrando da Piazza Erbe in Via Cappello, s’incontra la cosiddetta Casa di Giulietta, con il famoso balcone che prospetta sul cortile, e la bronzea statua della fanciulla. Poco lontano si trova la Casa di Romeo. Proseguendo per Via Leoni, nei pressi del Ponte Navi, sorge la chiesa di San Fermo Maggiore, che unisce in forma mirabile il romanico al gotico. Con breve passeggiata, si giunge alla Tomba di Giulietta, situata nei pressi di un antico convento: essa è il centro sentimentale della città ed è visitata dai turisti romantici d’ogni parte del mondo. 

LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Guarda tutti

Pubblicit
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up