Pubblicità

Domenica 24 Settembre 2023    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
Trieste Sette
2023-09-23 VILLA BURI DIVENTA HUB DELLA SOSTENIBILITA’ 2023-09-23 CERIMONIA COMMEMORATIVA DELLA DIVISIONE ACQUI 2023-09-23 A CASTELVECCHIO NUOVO PROGETTO DI SCAVO PER PORTARE ALLA LUCE LA CHIESA DI SAN MARTINO IN AQUARO 2023-09-23 DA SABATO LA QUARTA EDIZIONE DI BALCONSCENICO, IL FESTIVAL DI MUSICA SUONATA SUI BALCONI DEL CENTRO 2023-09-23 2023-09-23 La 90ª vendemmia di Cantina Valpolicella Negrar, dal 1933, mette l'accento sulle varietà. 2023-09-23 AGSM AIM: fornitura gas e nuove condizioni, dal gennaio 2024 2023-09-23 Il 57° Marmomac, il salone della filiera tecno-marmifera sarà a Veronafiere dal 26 al 29 settembre 2023. La pietra naturale, campione di internazionalità. 2023-09-23 Giorgio de Chirico, la metafisica continua è a Palazzo Sarcinelli di Conegliano 2023-09-22 Quindici anni 15 anni di relazioni diplomatiche, tra San Marino e Messico. Un francobollo, raffigurante l’ibrido “Libertas Mexican Dalia”, simbolo del Messico. 2023-09-22 Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta - Poste Magistrali. 2023-09-22 “Arena per tutti”, in numeri: inclusione e accessibilità, protagoniste del 100° Opera Festival di Fondazione Arena. 2023-09-22 Fiera del Riso, Isola della Scala, Verona, sempre attiva… Risotteria Melotti vince il 54° Concorso gastronomico “Spiga d'oro” - Giorgio Gioco. 2023-09-22 XIV Ottobre musicale Terenzio Zardini (1923-200), dal 1° al 28 ottobre, nella Chiesa di San Bernardino, Verona. 2023-09-22 Innovazione e sostenibilità: 180 studenti di ITS Red, divisi in 30 team:
ADIGE TV: Home Trieste Sette Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info Trieste



















Mercoledì 23 Novembre 2022
UN PROGRAMMA RUSSO NOVECENTESCO AL VERDI

di Mauro Bonato

La direttrice d’orchestra Gianna Fratta, decana delle bacchette rosa in Italia e nel mondo, debutta a Trieste e chiude la stagione sinfonica del Teatro Verdi, con un intenso programma russo novecentesco.
Venerdì 25 Novembre, alle ore 20.30, sul palcoscenico del Verdi si svolgerà il sesto concerto sinfonico, con la presenza del pianista veneziano Alessandro Taverna.
Questo il programma della serata:
Alexander von Zemlinsky, Salmo 83 per soli, coro e orchestra.
Francesca Palmentieri, Soprano; Elena Boscarol, Contralto; Francesco Paccorini, Tenore; Giuliano Pelizon, Basso
Sergej Vasil’evič Rachmaninov, Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 in re min. op. 30
Igor’ Fëdorovič Stravinskij, Petruška, scene burlesche in quattro quadri
In apertura di programma la direttrice Fratta affronterà con il coro triestino e i solisti il Salmo 83 di von Zemlinsky, una pagina rarissima dal vivo e quindi grande occasione d’ascolto per il pubblico presente. Composto nel 1900 in uno dei periodi più bui della vita dell’artista a ridosso della morte del padre, ha una struttura avvicinabile al poema sinfonico e al contempo si ricollega alla tradizione del Requiem.
La seconda parte del programma conclusivo di questa stagione invece racconta una delle pagine più intimamente russe e slave della musica del Novecento quel Petruška che Stravinskij nel 1910, componendo per pianoforte e orchestra, raccontava così: “Componendo questa musica – scrive nelle Cronache della mia Vita – avevo nettamente la visione di un burattino scatenato che, con le sue diaboliche cascate di arpeggi, esaspera la pazienza dell’orchestra, la quale a sua volta gli replica con minacciose fanfare. Ne segue una terribile zuffa che, giunta al suo parossismo, si conclude con l’accasciarsi doloroso e lamentevole del povero burattino. Un giorno ebbi un sussulto di gioia. Petruška! L’eterno infelice eroe di tutte le fiere, di tutti i paesi! Era questo quello che volevo, avevo trovato il mio titolo”.
I protagonisti.
Giurista con la passione della musica sin dall’infanzia, solidi studi di pianoforte, composizione e direzione d’orchestra, Gianna Fratta ha dovuto combattere non poco per affermarsi nel ruolo da sempre maschile della direzione d’orchestra, oggi più consueto nella sua declinazione femminile, ma al suo debutto trenta anni fa, decisamente raro e non sempre ben recepito.
Prima donna a dirigere i Berliner Symphoniker e anche prima italiana sul podio dell’Opera di Roma, Gianna Fratta è abituata ormai ai primati con una passione per la musica che non si è fermata neppure durante la pandemia, quando i suoi interventi social con dirette divulgative sul patrimonio di tradizione hanno superato le 15.000 visualizzazioni.
Più tradizionale la carriera del 39enne Taverna, nome di spicco del pianismo internazionale e grandissimo conoscitore del repertorio russo novecentesco, tanto da aver dedicato un intero album alla riscoperta di Medtner, uno dei compositori più interessanti del simbolismo russo relegato all’oblio dalle tragiche vicende rivoluzionarie.





Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Trieste
Orfeo all’inferno va in scema al teatro Verdi
Al Verdi di Trieste va in scena Turandot
Al teatro Verdi di Trieste "I Capuleti e i Montecchi"
André Lislevand al festival del Barocco
A Trieste va in scena Macbeth con la regia di Henning Brockhaus
A TRIESTE UN NUOVO ALLESTIMENTO DI LA BOHÈME
A Trieste per Bohème c’è l’Open Press Conference in Show
OTELLO IN SCENA AL TETRO VERDI DI TRIESTE
RIGOLETTO: NUOVA PRODUZIONE AL TEATRO VERDI DI TRIESTE
IL CONCERTO DI PRIMAVERA AL TEATRO VERDI DI TRIESTE
DON PASQUALE, L’OPERA BUFFA SUL PALCOSCENICO DI TRIESTE
AL TEATRO VERDI DI TRIESTE UN NUOVO ALLESTIMENTO PER TOSCA
MADAMA BUTTERFLY IN SCENA AL TEATRO VERDI DI TRIESTE
AL VERDI DI TRIESTE MOZARTIADE (OVVERO BASTIANO E BASTIANA)
LA VEDOVA ALLEGRA TORNA AL TEATRO VERDI DI TRIESTE
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up