Pubblicità

Giovedì 1 Giugno 2023    
ADIGE Estero  
Budapest   
Opere | Testate | Redazione | Contatti
 HOME | Photogallery | VideoGallery | Segnalati da voi | I più visti
Verona Sette News
2023-06-01 A PALAZZO BARBIERI L'ORCHESTRA DEI GIOVANI MUSICISTI EUROPEI 2023-06-01 Arrivano a Verona i cestini ad energia solare. Amia posiziona i dispositivi di nuova generazione. La città tra le capofila in Italia. 2023-06-01 IL MUSEO NICOLIS CELEBRA I 140 ANNI DI LUIGI GANNA PRIMO VINCITORE DEL GIRO D’ITALIA 2023-06-01 Giornata Mondiale Senza Tabacco. In Veneto, due adulti, su dieci, dipendono dalla sigaretta e i giovani puntano alle elettroniche. Non fumare…! 2023-06-01 Alle Presidenti di Fevoss e dell’Associazione D-HUub, premio “Una Donna, per Verona”. 2023-06-01 In servizio, a Verona e Legnago, i primi 11 e-bus. 2023-06-01 Presentato al Parlamento Europeo, Bruxelles, il 100° anniversario (1913-2023) della Lirica, nell’Arena di Verona, con un concerto ad hoc. 2023-06-01 Lunedì 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, 850 studenti del Liceo G. Galilei, raccoglieranno rifiuti, nei Quartieri veronesi di Borgo Roma, Tomba, Tombetta e Golosine. 2023-06-01 La “Confraternita del Tabàr di Sant’Antonio Abate” è marchio e animazione di Concamarise, Verona. 2023-06-01 Fondazione Arena di Verona: risultati record - successo del progetto 67 Colonne - preparativi, per i 100 anni della Lirica in Arena - il 16 giugno, la prima “Aida” della stagione 2023. 2023-06-01 CONSIGLIO COMUNALE PRIMA PARTE. TRASMISSIONE REPORT. SINDACO DAMIANO TOMMASI LEGGE IN AULA LA LETTERA INVIATA AL MINISTRO URSO 2023-06-01 MASHA PALAZZO: «SONO GRATA AL DESTINO CHE MI HA CONDOTTO NELLA MUSICA. QUI SI PARLA COL CUORE» 2023-06-01 Premiazione 4^ edizione “Fruit&Veg Class” 31.05.2023 2023-06-01 VERONAMERCATO e ACLI VERONA: UN’ALLEANZA VINCENTE PER IL SOCIALE 2023-06-01 VERONA SEMPRE PIU’ PROVINCIA SOSTENIBILE. IN PIAZZA BRA INAUGURATI UNDICI AUTOBUS ELETTRICI
ADIGE TV: Home Verona Sette News Ricerca  
sul sito su
Verona
Vicenza
Venezia
Rovigo
Treviso
Padova
Udine
Cult
Pordenone
In Piazza
Trieste
Cagliari
Obiettivo Territorio

Estero
Budapest

Info Verona



















Martedì 28 Marzo 2023
L'imprenditore Claudio Cioetto eletto nuovo presidente di Confimi Apindustria Verona

61a ASSEMBLEA CONFIMI APINDUSTRIA VERONA

CLAUDIO CIOETTO ELETTO PRESIDENTE DI CONFIMI APINDUSTRIA VERONA

L’imprenditore, in carica per i prossimi tre anni, succede a Renato Della Bella nel segno della continuità. «Prioritario è il dialogo con le altre Associazioni. Gli imprenditori non hanno colore e le Associazioni hanno un target che le accomuna: la crescita delle aziende e dei territori in cui sono inserite. Con le PMI al centro, protagoniste della crescita di Verona»



Cioetto è stato eletto ieri, 27 marzo, alla 61a Assemblea dell’Associazione delle Piccole e Medie Imprese di Verona e provincia che si è svolta al Centro Congressi di Villa Quaranta, a Pescantina (Verona). Tra i relatori, l’economista Paolo Gubitta con un focus che ha interessato un campione di oltre 3mila aziende di Veneto e Verona



È l’imprenditore Claudio Cioetto il nuovo presidente di Confimi Apindustria Verona. È stato eletto ieri, 27 marzo, alla 61a Assemblea dell’Associazione delle Piccole e Medie Imprese di Verona e provincia che si è svolta presso il Centro Congressi di Villa Quaranta, a Pescantina (Verona). Oltre al presidente, in carica per il prossimo triennio, sono stati rinnovati i componenti del Consiglio Direttivo, ora composto da: Alessio Bonini (Metal.Riv. Srl), Fausto Borin (Borin Srl), Maria Paola carlesi (Ecoricicli Metalli Srl), Roberta Dal Colle (Terme di Giunone), Luigi Dal Prete (Galvitek Srl), Alessia Faggioni (Faggioni Srl), Marco Gatti (Officina Gatti Srl), Nicola Mazzi (Mazzimpianti Srl), Francesco Menegalli (Target Salute Srl), Federica Mirandola (Mirandola Filettature Srl), Massimo Ongaro (Sevensedie Srl), Paola Ruffo (Agritex Srl), Simone Santagata (Event-Lab Srl), Claudio Simone (Itc Società Benefit Srl), Viani Massimo (Viani Assicurazioni Srl).



La nomina di Cioetto avviene nel segno della continuità, dopo due mandati del presidente uscente, Renato Della Bella. «Quanto realizzato finora da Confimi Apindustria Verona nel corso dei mandati precedenti non sarà tralasciato e proseguiremo nella direzione tracciata, continuando a dedicare la massima attenzione agli Associati», ha commentato il neo-eletto, ringraziando per la fiducia accordata. Molte sono le sfide che attendono le PMI, come evidenziato nel focus presentato in sede di Assemblea dall’economista Paolo Gubitta, nel contesto di Verona: «La provincia più dinamica del Veneto, con una posizione geografica strategica, dove il ruolo di Confimi Apindustria Verona è fondamentale nell’ascoltare le istanze degli imprenditori per trasferirle alla politica sia locale che nazionale e alle diverse categorie economiche. Inoltre, nel considerare gli aspetti sociali e ambientali con i quali le aziende si confrontano quotidianamente. Siamo un’Associazione di grande valore, non solo in termini numerici, con l’assoluta necessità di entrare in gioco nelle scelte economiche della provincia scaligera», ha sottolineato Cioetto. Nell’agenda il neo-presidente ha preannunciato incontri sul territorio e la collaborazione con gli istituti scolastici: «Siamo alla costante ricerca di personale da inserire nelle aziende. Calo demografico e scarsa conoscenza delle opportunità offerte dalle imprese del territorio non aiutano». Altrettanto prioritario, ha rimarcato, «è il dialogo con le altre Associazioni. Gli imprenditori non hanno colore e le Associazioni hanno un target che le accomuna: la crescita delle aziende e dei territori in cui sono inserite. Con le PMI al centro, protagoniste della crescita di Verona».

Sessantacinque anni, sposato, Claudio Cioetto è titolare dell’omonima azienda di lavorazioni meccaniche conto terzi con sede nel Veronese, a Roveredo di Guà, dove oggi è affiancato dal figlio. L’Officina meccanica, fondata dallo stesso imprenditore nel 1982, è attualmente fornitrice di importanti brand internazionali nel settore di demolizione e riciclaggio, oil & gas, elettromeccanica e macchine utensili. In Apindustria dal 2007, Cioetto ha un curriculum dalla lunga esperienza in campo associativo quale componente del Consiglio del Distretto di Legnago, territoriale della quale è stato anche presidente; inoltre come componente del Consiglio dei metalmeccanici di Verona, del Consiglio e della Giunta territoriale di Verona e come membro della Giunta nazionale dei metalmeccanici di Confimi Industria.



FOCUS. Ha interessato un campione di oltre 3mila aziende del Veneto e di Verona la ricerca presentata all’Assemblea di Confimi Apindustria Verona da Paolo Gubitta, docente di Organizzazione aziendale e Imprenditorialità presso l'Università di Padova. Focus che ha messo in luce quattro punti chiave. Innanzitutto, ha spiegato l’economista, «che l’industria manifatturiera a Verona con un fatturato tra i 20 e i 50 milioni di euro, nel periodo 2019-2021, è stata la porzione di economia che ha performato meglio e ha creato più valore. Questo è un messaggio importante per l’Associazione di rappresentanza, le istituzioni finanziarie, gli organismi politici e amministrativi: dovranno farsi in carico, tutti insieme, di aiutare chi è più piccolo a raggiungere quota 20 milioni, che pare essere la soglia a partire dalla quale le imprese producono più valore». Il comparto manifatturiero ha avuto una profittabilità più alta della media dell’economia provinciale passando dall’8,7% nel 2019 al 9,3% nel 2021 (nell’area triveneta, i valori sono passati dal 10,0% al 10,7%).

Secondo segnale, inequivocabile, è che nella provincia scaligera «il costo del capitale umano è più elevato e il costo medio del lavoro è più alto che nel resto del Nordest». È lo specchio del fatto che Verona, essendo vicina ai due grandi territori attrattivi per il capitale umano qualificato, sopporta una maggiore concorrenza per accaparrarsi le risorse migliori. «Le imprese più grandi (tra 20-50 milioni e oltre i 50 milioni) hanno stipendi più elevati, ma soprattutto riescono a far rendere di più le maestranze quando lavorano». In esse, verosimilmente, la qualità dell’ambiente di lavoro e dei processi organizzativi, la capacità di gestire al meglio i processi interni sono tali da fare in modo che le persone riescano a rendere di più.

Ulteriore elemento che è emerso dalla ricerca è che «a Verona, e nel Nordest, se le cose sono andate bene nel triennio 2019-2021, lo dobbiamo alle famiglie imprenditoriali che in questi anni hanno mantenuto la ricchezza all’interno dell’azienda invece di distribuirla. Questa capacità di guardare al futuro, mettendoci del proprio, è una qualità distintiva di tutta l’imprenditorialità italiana e di Verona in particolare». La proprietà delle imprese ha tenuto tutta la ricchezza nell’azienda rinunciando a distribuire dividendi: nell’anno più buio del Covid (2020), infatti, la liquidità delle imprese della provincia di Verona è cresciuta di 1,8Mld€. Tuttavia è evidente, ha concluso, «che d’ora in poi le istituzioni finanziarie, politiche e amministrative dovranno creare le condizioni per fare in modo che flussi di capitale adeguati arrivino alle imprese più capaci per sostenere i loro piani di crescita».



PMI AL CENTRO. Tema dell’Assemblea è stato “PMI al centro. La gestione delle transizioni come fattore di successo” sui cui si sono concentrati gli interventi del past president Renato Della Bella e di Paolo Agnelli, presidente nazionale di Confimi Industria, Confederazione dell'Industria Manifatturiera Italiana e dell'Impresa Privata alla quale Confimi Apindustria Verona aderisce.

Le Piccole e Medie Imprese, ha esordito Della Bella, «sono aziende che da sole, in Italia, contribuiscono al 70% del PIL, a oltre un terzo (35%) degli investimenti e a quasi la metà (48%) dell'export totale; aziende che garantiscono oltre il 55% degli occupati totali e quasi l’80% degli occupati nell’impresa privata. In questi ultimi anni, hanno garantito la tenuta occupazionale, incrementato l’export e generato la gran parte del PIL. Hanno, nella sostanza, favorito la tenuta sociale del nostro Paese». Un ruolo da riconoscere, secondo il past president dell’Associazione: «Non è più accettabile che le PMI non vengano poste al centro delle scelte strategiche, siano esse di politica industriale, energetica, finanziaria, fiscale e occupazionale».

Ad aprire il pomeriggio sono stati gli indirizzi di saluto da parte della vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti, della vicesindaco di Verona Barbara Bissoli e del presidente della Provincia Flavio Pasini. Alle relazioni dei presidenti del Distretto di Legnago di Confimi Apindustria Verona (Patrizia Aquironi), del Gruppo Donne ApiDonne (Marisa Smaila) e del Gruppo Giovani ApiGiovani (Carlo Grossule) sono seguite le premiazioni delle aziende al trentesimo anno di adesione associativa.

La giornata si è chiusa con la tavola rotonda, moderata dalla giornalista di Radio 24 Debora Rosciani, alla quale sono intervenuti Paolo Agnelli; Fabio Buttignon, professore ordinario di Finanza Aziendale dell’Università di Padova; Gianluigi Iacovino, responsabile dell’Ufficio Rischi Mediterranean Countries per Allianz Trade Italia; Eleudomia Terragni, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Verona.



Commenti
Nome
Email
Commento
Altre notizie di Verona
VERONA SEMPRE PIU’ PROVINCIA SOSTENIBILE. IN PIAZZA BRA INAUGURATI UNDICI AUTOBUS ELETTRICI
VERONAMERCATO e ACLI VERONA: UN’ALLEANZA VINCENTE PER IL SOCIALE
Premiazione 4^ edizione “Fruit&Veg Class” 31.05.2023
MASHA PALAZZO: «SONO GRATA AL DESTINO CHE MI HA CONDOTTO NELLA MUSICA. QUI SI PARLA COL CUORE»
CONSIGLIO COMUNALE PRIMA PARTE. TRASMISSIONE REPORT. SINDACO DAMIANO TOMMASI LEGGE IN AULA LA LETTERA INVIATA AL MINISTRO URSO
Fondazione Arena di Verona: risultati record - successo del progetto 67 Colonne - preparativi, per i 100 anni della Lirica in Arena - il 16 giugno, la prima “Aida” della stagione 2023.
La “Confraternita del Tabàr di Sant’Antonio Abate” è marchio e animazione di Concamarise, Verona.
Lunedì 5 giugno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, 850 studenti del Liceo G. Galilei, raccoglieranno rifiuti, nei Quartieri veronesi di Borgo Roma, Tomba, Tombetta e Golosine.
Presentato al Parlamento Europeo, Bruxelles, il 100° anniversario (1913-2023) della Lirica, nell’Arena di Verona, con un concerto ad hoc.
In servizio, a Verona e Legnago, i primi 11 e-bus.
Alle Presidenti di Fevoss e dell’Associazione D-HUub, premio “Una Donna, per Verona”.
Giornata Mondiale Senza Tabacco. In Veneto, due adulti, su dieci, dipendono dalla sigaretta e i giovani puntano alle elettroniche. Non fumare…!
IL MUSEO NICOLIS CELEBRA I 140 ANNI DI LUIGI GANNA PRIMO VINCITORE DEL GIRO D’ITALIA
Arrivano a Verona i cestini ad energia solare. Amia posiziona i dispositivi di nuova generazione. La città tra le capofila in Italia.
A PALAZZO BARBIERI L'ORCHESTRA DEI GIOVANI MUSICISTI EUROPEI
LA RIVISTA

VIDEO NEWS

SEGNALATI DA VOI
Pearl Jam - Arena, Verona 16.9.2006
Inviato da:
Guarda tutti

Pubblicità
  La redazione La tua pubblicità Contatti Mission Legal
  Login
  Log In / Sign Up